Le Pillole di Sergio

Pillola N° 10/18: ROMAGNA MIA

20/3/2018 ...nella nuova pillola, Coach Sergione ci racconta il Collegiale di Cattolica dello scorso weekend (così a occhio mi sa che si è divertito)...  
Buona Lettura!  

Questo weekend è andato in scena il primo collegiale running e triathlon targato VPevents,
un’idea nata da una delle numerose chiacchierate tra me e Paolo, poi portata a termine con determinazione e caparbietà dal vulcanico Dottor Fossati.
Partecipare a questo week end è stato per me motivo di grande orgoglio e soddisfazione, mi è stata data l’opportunità di condividere a pieno con gli altri le mie esperienze sportive e di arricchirle con le problematiche o i dubbi che mi sono stati proposti dai partecipanti.
Il vero perno attorno al quale si è svolto questo weekend è stata la condivisione, partecipanti, sponsor, coach e staff si sono fisicamente seduti tutti alla stessa tavola e da questo ne è scaturito uno scambio di nozioni, idee ed esperienze che alla fine hanno arricchito tutti.
Comincia tutto venerdì la mattina presto, sotto casa mia si presenta Francesco alle 6:30 già carico come una molla, l’aria che si respira è densa di energia, il tempo di far due parole e Paolo compare sotto casa mia con Eleonora e Mirko a bordo dell’inconfondibile Verde Pisello Bus.
Il Viaggio vola, la sensazione è di essere stati teletrasportati a Cattolica, la giornata è splendida e io appena poggio i piedi a terra vorrei già agganciarli ai Pedali.
Siamo accolti dallo staff dell’hotel Europa Monetti come se fossimo amici da una vita, mi sembra di essere a casa, dalla camera mia e di Diletta s’intravede il mare e anche se so che sarà un weekend di sport fondamentalmente mi sento in vacanza.
Nel frattempo cominciano ad arrivare i primi partecipanti, in attesa del pranzo ci rechiamo un attimo in spiaggia, la lieve brezza marina e l’odore della salsedine stampano un sorriso sulla faccia di tutti, sorriso che fortunatamente resterà al suo posto fino a Domenica.
La Cucina dell’Hotel è una fusione armonica tra un ristornate di alto livello e la cucina di casa, sapori e impiattamenti di altissima qualità si mixano con il clima rilassato e la cordialità del personale di sala.
Dopo il Pranzo è il momento del primo Clinic, Ethicsport ci parla d’integrazione e d’integratori (argomento a me caro visto il mio percorso di studio) devo dire che l’esposizione è stata accattivante e per nulla scontata, generalmente si rischia di scadere nel banale parlando d’integrazione, invece la spiegazione è stata semplice ma incisiva, regalando a tutti nuove informazioni e la possibilità di risolvere qualche curiosità legata alla gestione dell’integrazione soprattutto nel momento della performance.
Con queste nozioni e la possibilità di testare i loro prodotti ci mettiamo finalmente in sella.
La panoramica che collega Gabicce a Pesaro è praticamente accanto all’hotel, due colpi di pedale per scaldarci e ci addentriamo in questo paradiso.
I partecipanti sono più che motivati, dopo avergli dato due dritte su come ci si comporta in gruppo cominciamo a far pratica su come gestire i cambi e le scie, una volta presa un po’ di confidenza con la cosa, ne sono scaturite diverse situazioni divertenti composte da fughe in solitaria e contrattacchi…in poche parole siamo tornati in hotel che era già buio, ma divertiti come dei bambini.
Doccia rapida e siamo tutti pronti per la cena, il clima è frizzante e dopo un bicchiere di vino (se eri seduto vicino a Francesco anche 2 o 3) le risate fanno da lieve sottofondo ai primi dibattiti sulla pedalata del pomeriggio. Nel dopo cena ci aspetta un interessante chiacchierata con Noene che ci descrive come levare la negatività dell’impatto tra il suolo e il nostro piede durante la corsa, Birretta di conclusione e tutti a letto.
Sabato abbiamo la sveglia in piscina con Mauro, mio allenatore di nuoto e valore inestimabile di questo collegiale.
La lezione inizia con una breve descrizione del nuoto e della visone che ha Mauro di esso e del modo in cui lo insegna, io l’ho già sentita, ma non posso fare a meno di riascoltarla e rimanerne affascinato, vi garantisco che dopo 10’ con Coach Lanzoni verrebbe voglia di nuotare anche a un gatto.
Passata l’introduzione di Mauro, io mostro come indossare le mute gentilmente offerte da 2XU come test a tutti i partecipanti, nonostante sentir parlare me dopo Mauro fa più o meno l’effetto di ascoltare un gibbone dopo Dante, tutti riescono ad infilarla e così l’allenamento può partire.
La sessione procede tranquillamente e le indicazioni fornite agli atleti sconvolgono completamente, come prevedibile, il loro rapporto con l’acqua… Mauro in realtà non ti spiega il nuoto, ma te lo installa.
Dopo il nuoto facciamo una seconda colazione e ci rimettiamo in sella, si ricrea pressapoco la situazione del giorno precedente e con l’apporto dei nuovi arrivati riusciamo anche ad analizzare altre problematiche che possono scaturire all’interno di un gruppo ciclistico.
Facciamo rientro alla base con tanti spunti di riflessione e tra una discussione e l’altra sostituiamo le scarpette da ciclismo con quelle da corsa e siamo pronti per lo Smart Training.
Non nego che per me questo Smart Training sia stato un’emozione particolare, avevo come osservatore speciale Gianni Poli e spiegare la corsa alla presenza di una leggenda dell’atletica devo ammettere che mi ha aumentato non poco la frequenza cardiaca.
Questa seduta dello Smart Training mi ha divertito molto, riuscire a fare un allenamento in spiaggia era un mio grande desiderio e spero di essere riuscito a farvi divertire e ad apprezzare alcune delle sfumature che i nostri piedi possono comunicarci.
Dopo il pranzo del Sabato è stato il momento del Clinic con New Balance e Macron che, dopo un’interessante esposizione dei loro prodotti e del loro lavoro, si è tramutato in una bella chiacchierata di Sport tra amici, dove Gianni ci ha gentilmente reso partecipi delle sue esperienze e avventure, avere l’opportunità di parlare con un campione del suo livello è stata un’opportunità di crescita enorme oltre che una grande emozione.
Dopo questo dibattito è stato naturale infilarsi le scarpe e uscire a correre, mai avrei pensato di avere l’opportunità di correre accanto al vincitore della Maratona di New York, è un ricordo che porterò sempre con me.
Al nostro ritorno ci aspettava per la lezione di Pilates Eleonora, con la sua pazienza ed esperienza ha permesso a tutti di distendere la loro muscolatura dopo una giornata di fatiche e fatto capire al sottoscritto che ci sono molti aspetti su cui sarebbe il caso di lavorare un po’ di più, direi che è stata un ora illuminante.
La Domenica è stata la giornata dei saluti, dopo un’ora e mezza di allenamento con Mauro le nubi si sono addensate e qualche goccia ha cominciato a bagnare il terreno, quasi a voler salutare con malinconia un week end che io avrei voluto durasse per sempre.
Fatta la colazione alcuni hanno fatto una corsa defaticante e altri si sono fermati con me per un ultimo Smart training, abbiamo pranzato e ci siamo salutati tutti, con il sorriso sulle labbra e nelle gambe quella sana stanchezza dei giusti.
Volevo ringraziare tutti per la magnifica esperienza e Vpevents per aver reso tutto questo possibile, vi aspetto a luglio per vivere un'altra avventura come questa, alla fine lo sport è tutto qui, un gruppo di amici che condivide una passione.
Grazie di cuore.

Sergio Viganò


Condividi questo articolo:

SOCIAL SPOTLIGHT