Le Pillole di Sergio

Pillola N° 31/18: LA MEZZA DI MILANO

16/11/2018 ...oggi ottimi suggerimenti all'annosa questione "come gestire una gara"!  
Buona Lettura!  

La mezza di Milano sta arrivando e il VP Group si prepara a un'altra uscita in massa.
La mezza maratona è una distanza decisamente impegnativa, richiede preparazione sia fisica sia mentale.
21 chilometri non sono pochi, la riuscita o meno di quest'impresa dipende sì dal nostro allenamento, ma soprattutto da come gestiamo la nostra settimana prima dello start e la nostra gara.
Tutti gli sport e in particolar modo quelli di resistenza richiedono uno stato di forma ottimale, una muscolatura ben riposata e dei serbatoi energetici ben pieni.
A poco più di una settimana dalla gara è inutile andare ad affrontare dei lavori eccessivamente stressanti come ad esempio delle ripetute o dei potenziamenti in salita.
Molto più sensato è inserire dei lavori rigeneranti di corsa lenta, in questo modo posso mantenere la mia tenuta aerobica senza andare a stressare la mia muscolatura, per mantenere la forza e l'elasticità sarà sufficiente inserire nel finale degli allunghi da 60/70 metri ampiamente intervallati da tratti di corsa lenta.
Il giorno della gara sarà importante compiere un adeguato riscaldamento, per evitare crampi o altri problemi muscolari nei primi chilometri, dovrete portar bene a regime i vostri motori, soprattutto a novembre dove ci confrontiamo con temperature particolarmente rigide.
Le gare di resistenza sono gare di consapevolezza, non fatevi influenzare da chi detta il ritmo davanti a voi, cercate di gestire lo sforzo andando ad aumentare progressivamente il ritmo all'interno della vostra performance, è sempre meglio gestirsi e dare tutto nel finale piuttosto che trovarsi ad affrontare una crisi.
E' importante anche curare l'alimentazione, soprattutto bisogna riempire per bene i nostri serbatoi di glicogeno.
Per far questo è bene che assumiate regolarmente carboidrati nei 5/6 giorni precedenti alla gara, sia a pranzo che a cena, evitate il famoso carbo load della sera prima che rischia solo di appesantirvi. Meglio portare gradualmente i nostri serbatoi a riempimento.
Per quanto concerne l'integrazione portatevi uno o massimo due gel a base di carboidrati da prendere all'interno della competizione (io di solito ne utilizzo uno intorno al km 16).
L'idratazione in gara sarà importante, anche se meno critica rispetto alle competizioni estiva, tenete a mente che verosimilmente i bicchieri di acqua e sali ai ristori saranno freddi, cercate di non deglutirli immediatamente, fateli scaldare prima un po' tenendoli in bocca.
Deglutire dei liquidi a bassa temperatura sotto sforzo fisico potrebbe crearvi dei problemi sia a livello gastrico sia muscolare.
Mentre correte la maggior parte del sangue si trova nelle gambe, ingerire del materiale freddo potrebbe indurre un richiamo di sangue rapido allo stomaco, creandovi prima dei fastidi a livello addominale e poi una sensazione di pesantezza alle gambe.
Soprattutto ricordatevi che prima di tutto lo sport è divertimento e unione, lasciate le ansie a casa e godetevi una giornata di festa.

Sergio Viganò


Condividi questo articolo:

SOCIAL SPOTLIGHT