Le Pillole di Sergio

Pillola N° 4/18: AI CONFINI DELL'ALLENAMENTO

6/2/2018 ...puntuale come il Festival di Sanremo, ecco la Pillola Smart di Coach Sergione che oggi ci parla dell'importanza dell'allenamento...  
Buona Lettura!  


Le gare sono l’aspetto più eclatante della vita di ciascuno sportivo, sono il concretizzarsi di un sogno e di un percorso, ma proprio in virtù della loro unicità, sono eventi estremamente limitati nel tempo.
In realtà la vita di uno sportivo è composta d’innumerevoli giorni di allenamento. Giorni che esprimono la nostra vera costruzione e maturazione sportiva, che ci traghettano verso una maturazione personale e verso i nostri traguardi tanto ambiti.
L’allenamento è una condizione necessaria per affrontare una sfida, fornisce degli stimoli al nostro corpo e gl’impone di adattarsi al cambiamento richiesto.
Tutti ci alleniamo, ma non tutti prestiamo attenzione a come ci approcciamo all’allenamento.
Spesso tendiamo a identificare l’allenamento solo nel lavoro attivo che andremo a compiere, trascurando completamente tutti quegli aspetti di contorno che in realtà permettono al nostro organismo di trarre il massimo vantaggio da ogni singolo stimolo.
E’ vero che ogni singolo allenamento richiede delle attenzioni particolari, ma ci sono degli aspetti di massima che possono essere presi in considerazione.
Nell’ora che precede l’allenamento, è consigliabile assumere delle bevande contenenti carboidrati semplici, come ad esempio del succo di frutta miscelato a dell’acqua, oppure i corrispettivi pre-sport presenti sul mercato.
In questo modo andremo a riportare i nostri serbatoi energetici a livello, questo andrà a limitare il rischio di avere crisi energetiche all’interno del nostro lavoro, consentendoci di portare a termine quanto programmato.
E’ molto importante anche eseguire un adeguato riscaldamento, questo dovrebbe essere composto di un’attività aerobica a bassa intensità che ci permetta di vascolarizzare correttamente la nostra muscolatura, preparandola allo sforzo che andremo a sostenere, e da una parte di mobilità articolare, che attraverso delle oscillazioni non forzate delle articolazioni, ci permetterà di abituarle a un’escursione più consona all’esercizio che andremo ad affrontare. Il riscaldamento è una parte dell’allenamento che non va assolutamente trascurata, oltre a metterci nelle condizioni di esprimerci al meglio, riduce anche di molto la possibilità di andare incontro a infortuni che potrebbero penalizzarci sia nella singola giornata sia nell’intera preparazione.
Per un concetto simile è utile eseguire anche un corretto defaticamento, che ci consenta di riportare più lentamente il nostro organismo in uno stato di riposo.
Questo generalmente dovrebbe suddividersi in una parte di corsa lenta defaticante e in una di stretching, in questo modo dovremmo limitare il presentarsi di fastidiose contratture. 
Dopo l’allenamento abbiamo a disposizione la così detta “finestra metabolica”, in altre parole nei quaranta minuti successivi allo sforzo il nostro organismo è molto più efficiente nell’assorbire il materiale di cui ha bisogno. In questo caso è preferibile uno spuntino proteico, che può essere composto da della ricotta per esempio, dallo yogurt o da affettati magri come per esempio la bresaola. Sono a disposizione anche diversi tipi d’integratori proteici sia sotto forma di polveri solubili che di barrette, molto utili dal punto di vista della ricostruzione muscolare sono gli amino acidi a catena ramificata.
Questi spuntini post workout dovrebbero andare a migliorare il vostro rimodellamento muscolare e di conseguenza a ridurre i tempi di recupero.
Aspetto da non trascurare è la pianificazione delle gare e degli allenamenti di conseguenza, è vero che un buon allenamento ci consente d’incrementare il nostro potenziale ma troppo allenamento rischia di essere controproducente, non dimenticatevi d’inserire degli adeguati periodi di recupero.
Un buon allenamento resta sempre la portata principale, ma curare questi aspetti può ottimizzare di molto la vostra fatica, ricordatevi che il diavolo si nasconde nei dettagli.

Sergio Viganò


Condividi questo articolo:

SOCIAL SPOTLIGHT

VPg390